L'INDICE SINTETICO DI VICINANZA DELLA SALUTE
 

Indice di Vicinanza della Salute

 

L’impianto di rilevazione e di misurazione alla base dell’Indice si impernia sul concetto di “vicinanza” della salute inteso come la relazione nello spazio e nel tempo che sussiste tra la persona e la disponibilità del bene salute.

L’Indice di Vicinanza della Salute è inteso quindi come una misura sintetica costruita al fine di rilevare la sussistenza di condizioni e interventi ritenuti variabili positive per la salute e quindi anche, per converso, di rilevare gap e delay che allontanano la disponibilità del “bene salute” dall’individuo.

 

 

Metodologia

 

La complessità del tema salute è caratterizzata da fenomeni multidimensionali e multilivello, ma può essere sinteticamente ricondotta su tre livelli principali, ovvero: un livello micro o individuale; un livello meso o organizzativo; un livello macro o ambientale.

La tassonomia dell’Indice si articola in tre Contesti relativi ad ambiti con un perimetro crescente a partire dalla dimensione individuale: Individuo; Sistema; Ambiente.

  1. Contesto individuale: si connota come il novero di quegli ambiti di interesse e di intervento che hanno distanza minima dall’individuo stesso in quanto appartenenti proprio alla sfera individuale.
     

  2. Contesto sistemico: rappresenta un livello più esterno rispetto alla sfera individuale e si connota per condizioni date e per capacità di intervento che risentono di una certa latenza nella loro modifica, in funzione della capacità di organizzazione e di risposta del sistema sanitario.
     

  3. Contesto ambientale: è il più esterno di tutti, e rappresenta il contesto in cui i vincoli e le condizioni date si modificano in un arco temporale più ampio, anche per via delle concause tra loro interrelate che ne definiscono i connotati.